Senza categoria

Pane lavash..direttamente dall’Armenia!

Buongiorno amici e amiche ormai insostituibili!!! Siete usciti indenni dal giorno degli innamorati?????:-DDD Spero proprio che abbiate gustato con la persona amata tutte le leccornie che ho ammirato nei vostri blog!!!! Volevo complimentarmi con voi tutti per le vostre creazioni! Ma torniamo alla “normalità”, vi propongo oggi un pane senza lievito che giunge direttamente dall’Armenia. La ricetta l’ho reperita da un giornale acquistato “solo” nel 1996 :-DDDD. E’ un giornale di mia madre (lei sì che li conserva!!non come me…:-))Mi ha incuriosito e vorrei proporvelo. Tra l’altro aggiungo che non avendo lievito è indicato per chi non lo tollera e per quelle persone che hanno problemi di gonfiore intestinale. Vi lascio alla ricetta e..buon mercoledì!!!!

INGREDIENTI PER 4 PERSONE
125 g farina 00
mezzo cucchiaino di sale
mezzo cucchiaino di zucchero
20 g di burro freddo a pezzetti
80 ml di latte freddo
semi di sesamo e papavero (io avevo solo quelli di papavero ahimè!)

In una ciotola alta ,impastate con il frullatore ad immersione la farina, il sale, lo zucchero ed il burro mescolando per bene. Incorporate il latte ed amalgamate.Versate l’impasto sulla spianatoia infarinata, impastate bene con le mani, formate una palla ed avvolgetela nella pellicola. Riponete in frigo a riposare per un’ora. Scaldate il forno a 190°, ungete la teglia e mettetela in forno (è importante perchè la teglia dev’esser ben calda). Dividete la pasta in 4 palline uguali; stendete ognuna di esse molto sottile e lunga circa 20 cm, spruzzate un po d’acqua (con le mani) sulle sfoglie e spargete i semi di sesamo e papavero facendoli aderire leggermente con il mattarello. Prendete la teglia dal forno (con il guantone da cucina!) adagiate una sfoglia per volta (è importante!)e cuocetela per 6/7 minuti finchè sarà dorata. Sfornatela sulla gratella e fate lo stesso con le altre sfoglie. Servite spezzettate….. .

56 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *