Senza categoria

Spaghetti orientaleggianti

Eccoci ad una ricettina facile..di ispirazione orientale ma non nel senso stretto poichè amo personalizzare i piatti in base al mio gusto (o a quello dei miei commensali, ovviamente!:-)) Inutile dire che questa è una mia variante, potete aggiungervi funghi oppure germogli di soya, insomma dare libero sfogo alla vostra fantasia. Proviamo?

INGREDIENTI PER 2 PERSONE

250 g di spaghetti di riso
2 zucchine medie
2 carote medie
1 costa di sedano
1 peperone (ne avevo congelato in estate alcuni per poterli degustare quando non è più stagione)
3 cucchiai di piselli (io scelgo sempre i surgelati, non li amo in scatola)
un pezzetto di radice di zenzero fresca ormai in vendita in tutti i super (o se non la trovate, dello zenzero in polvere andrà bene (un cucchiaino))
1 scalogno
Aglio in polvere
Salsa di soya  circa 3 cucchiai (ma se amate il gusto più deciso aggiungetene)
Olio di sesamo o di arachidi (dal gusto similare)

Fate bollire l’acqua e cuocete gli spaghetti seguendo le indicazioni riportate sulla confezione. Ricordare di raffreddarli una volta scolati, sotto l’acqua fredda corrente. A parte in una padella ponete dell’olio di sesamo o di semi o d’oliva (come preferite insomma, quello di sesamo ha un gusto forte, deve piacere) e fatevi imbiondire lo scalogno insieme a dell’aglio in polvere, aggiungete le zucchine, carote, peperone e sedano tagliati a julienne e i piselli. Non aggiungete sale! poichè dopo metterete la salsa di soja già molto salata. Fate cuocere per circa 10 minuti a fiamma viva. Aggiungete gli spaghetti facendoli saltare con la salsa di soja e grattugiate la radice di zenzero fresca (oppure aggiungete la polvere). A questo punto, dovreste avere a disposizione dei piatti in ghisa come vedete nella mia foto (oppure un testo che usate di norma per le piadine o in ultima analisi una bistecchiera in ghisa) riscaldare questi piatti su fiamma e porzionare gli spaghetti in ciascuno di essi per servirli direttamente a tavola, in questo modo avranno il tempo di rosolare per bene e diventare un po’ croccanti…Inutile dire che dovete poi mangiarli con le bacchette!!!!!!:-)

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *