primi,  vegan

Spaetzle alla zucca e zenzero

spaetzle alla zucca e zenzero vegan

E’ da tanto che non posto un primo piatto. La mia passione per i dolci è senza dubbio la molla che fa scattare la voglia di cucinare. Ma, paradossalmente cucino più volentieri in estate, con i doni di madre natura. In inverno forse, complice il freddo pungente, ho più voglia di piatti probabilmente poco accattivanti per il blog. Questo primo piatto però mi ha conquistata. Come spesso accade nel mio blog, è nato aprendo il frigo. Sul tavolo è finita la zucca dell’orto di mio cognato, la radice di zenzero comprata una settimana prima e le erbe aromatiche che ancora resistono in terrazza! Come formato di pasta non mi andava la “solita” pasta secca, così ho preparato degli spaetzle al volo. Li conoscete, vero?

Questo piatto servito in un coccio di terracotta è degno di un’osteria in centro! Profumatissimo, delicato e duttile. Una ricetta che definirei non solo di stagione ma anche perfetta per irrobustire le difese immunitarie! D’altronde senza fantasia, come sarebbe la mia vita? E voi? Vi siete mai chiesti cosa sarebbe della vostra vita senza fantasia?

Mi spiace non esser riuscita a fare le foto della preparazione degli spaetzle che comunque trovate nel blog nella versione verde alle erbette qui.

spaetzle alla zucca vegan

Dipingo gli oggetti come li penso, non come li vedo.
(Pablo Picasso)

 

PER GLI SPAETZLE SENZA UOVA: (4 persone)

400 g di farina 00
250 ml di acqua minerale
1 cucchiaino di Sale
2 cucchiai di farina di soia

In una ciotola ponete la farina di soia con un po’ d’acqua e mescolate bene, unite poi i restanti ingredienti man mano e mescolate bene fino ad ottenere un impasto abbastanza colloso.

Fate bollire una pentola d’acqua salata e con l’apposito attrezzo per spaetzle cominciate a far cadere nell’acqua la vostra pasta. Fate cuocere brevemente e quando saliranno a galla scolateli bene in un colino. Poi risciacquare con acqua fredda.

Tenete da parte. Intanto pulire la zucca (circa 400 g) e tagliatela a pezzetti. Ponete in una padella antiaderente 4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva con 1 porro affettato sottilmente, mezza cipolla rossa di Tropea, un aglio schiacciato con le mani. Fate imbiondire ed unite la zucca. Salate. Lasciate cuocere a fiamma dolce fino a che la zucca risulti morbida rigirando spesso con un cucchiaio di legno. Terminate con un pezzetto (a vostro gusto) di radice di zenzero fresca grattugiata, sale qb, una spolverata di pepe multicolore ed erba cipollina fresca sminuzzata.

Servite in delle cocotte guarnendo con erba cipollina e semi di zucca tostati ed un giro di olio extravergine “nuovo” (per nuovo intendo quello appena prodotto in quest’ultimo periodo, il sapore e il profumo sarà ovviamente più intenso donando al piatto carattere!) a crudo se lo gradite.

spaetzle alla zucca vegan spaetzle alla zucca

5 commenti

  • Ely

    Sì, angioletto bello. Li conosco avendo gli zii tedeschi.. ma devo dire che in questa versione super non li avevo mai visti! Che ricetta stupenda, amica!! <3 E che particolarità lo zenzero! Complimenti di vero cuore! <3 Un abbraccione… credimi, anche la foto è unica!

  • Francesco

    Yrma carissima,
    credo che la tua creazione, anche se ha l’aria di un primo piatto, comunque sia un dolce e, quindi, non hai tradito la tua preferita passione.
    Ha la dolcezza del calore di casa, la dolcezza degli spaetzle fatti a mano e in una ricetta fuori dal comune, ha la dolcezza della tua fantasia creatrice, e anche la dolcezza del tuo essere donna.
    Quale altro dolce potrebbe essere più dolce??
    E credi che io abbia dimenticato le tue foto?? Esse concedono la dolcezza della realtà, tanto sono belle, precise e sembra quasi di annusare la dolcezza del profumo dello zenzero, che io adoro.
    Insomma, qualsiasi tua preparazione rimane sempre un meraviglioso dolce!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *