eventi food & wine

Cena con me Lago di Garda 2016

Foto presa dal web
Foto presa dal web 

Cena con me: Total white, mise en place impeccabile, buon cibo, il tutto in una location unica: il Lago di Garda! Dove esattamente? Torbole sul Garda e Gardone Riviera. In questi due comuni infatti, si è svolto l’evento più chic e raffinato ma al contempo assolutamente informale dell’estate 2016! Venerdì 10 Giugno questi due luoghi magici si sono colorati di bianco e hanno dato vita ad una piacevole serata cui hanno partecipato tante persone (200 solo a Torbole) a ritmo di musica, tanti sorrisi e persino un tempo clemente nonostante le previsioni meteo non del tutto favorevoli. Dopo il successo dello scorso anno dunque, ecco bissato l’appuntamento con il bello. Perché la bellezza è intorno a noi e a volte basta davvero poco per ricordarlo come Cena con me! Ho partecipato come “inviata speciale” per il magazine La casa in ordine nel comune di Torbole ma anche in quello di Gardone Riviera, mi hanno confermato, l’allegria dei partecipanti (e delle istituzioni presenti a partire dal sindaco di Torbole Gianni Morandi e quello di Gardone Andrea Cipani) ha letteralmente contagiato tutti! Le apparecchiature, le vere protagoniste della serata, si sono rivelate all’altezza delle aspettative ma, cinque in particolare hanno colpito la mia attenzione. Le prime tre a Torbole: La mise en place realizzata dalla tavola di Alessandra Stefenelli: elegante, molto pulita dallo stile essenziale, il motto di questa apparecchiatura? Less is more direbbero gli inglesi. Unico vezzo, i segnaposto. Rigorosamente realizzati a mano e un po’ shabby chic! La seconda tavola meritevole di attenzione è stata senz’altro quella capitanata da Elisa Ferrari: tanti amici riuniti con piccoli particolari degni di nota: dall’angolino “buffet”, fino al giradischi con vecchi vinili per terminare con i menù stampati con tanto di fronte/retro. Potremmo definirla una tavola “ricercata” e degna di una cerimonia. (La sposa in bianco senz’altro ci sarebbe stata!). Una terza mise en place protagonista assoluta in simpatia ed estrosità: Germana Mazzoldi, cappello da far invidia a Camilla (Parker Parker Bowles, n.d.r) tanta allegria e commensali degni del suo stesso spirito goliardico. Fiori, profumi, frutta proveniente dai loro giardini. Home sweet home. A Gardone invece due tavole hanno attirato la mia attenzione: quella di Mariella Grasser, semplice con un tocco chic: candele in vasi alti trasparenti con un filo di perle attorno ciascuno di essi e la tavola di Graziella Belli (direttrice dei giardini Heller di Gardone n.d.r) invece era un trionfo della natura con verginali orchidee bianche ed una scultura che ricordava gli origami giapponesi.
A me il less is more piace molto e decido di premiare su La casa in ordine Alessandra e la sua mise en place di una semplicità disarmante che però ha colto con eleganza le sfaccettature della serata. Nel mio blog invece, scelgo di far vincere Germana e tutti i suoi commensali! Hanno ballato e sorriso con divertentissime gag in cui tentavano simpaticamente di “corrompermi” per far vincere la loro tavola! E’ stata una serata estiva nella sua accezione più bella, c’era calore e leggerezza, il bianco (che è da sempre tra i miei colori preferiti in barba all’effetto “duechiliinpiù”) ma soprattutto è stato un evento cui ha vinto la voglia di stare insieme ed ammirare la bellezza di ciò che ci circonda, con uno sguardo attento allo stile. Walter Sestili, organizzatore della serata, ha senz’altro dimostrato con questa incantevole cena che il Lago di Garda può e dev’essere vissuto come un’entità unica collegata dalla stessa magia e promotrice di una bellezza che ogni anno incanta milioni di visitatori.

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *