a colazione,  lievitati

Brioche soli albumi senza lattosio

 

brioche albumi ok

La brioche solo albumi senza lattosio è stata per me una grande scoperta! Avevo degli albumi che mi avanzano  (stranissimo per me, lo sapete) anche se cucino quasi sempre senza uova! Ma la mia vicina ha delle galline felici che razzolano nell’aia e ogni tanto mi omaggia. Al telefono con la mia amica Simona, qualche giorno fa mi lamento dicendo “cosa ci farò con tutti questi albumi che avanzano????!!. Lei mi suggerisce dunque la sua meravigliosa ricetta!!! Ma lo sapete, io cerco di veganizzare o quantomeno alleggerire sempre tutte le ricette, per quanto strepitose come questa di Simona! ed ecco allora creare la versione lactose free di questa brioche dolce con soli albumi!

Il risultato? Stupefacente!!! La Brioche è morbidissima, come una nuvola!!! Se non avete problemi di intolleranza al lattosio vi direi di seguire fedelmente la ricetta di Simona ma se come me preferite evitare latticini & co allora…provate la mia versione lactose free! Senza lattosio la mia brioche è risultata ugualmente eccezionale! Grazie mille amica mia, sei dolce come questa brioche!<3

Le persone sono come le vetrate.
Scintillano e brillano quando c’è il sole, ma quando cala l’oscurità rivelano la loro bellezza solo se c’è una luce dentro.
Elisabeth Kubler-Ross

 

brioche soli albumi senza lattosio

INGREDIENTI:

300 g di farina Manitoba

80 ml di latte di mandorla

60 g di zucchero di canna integrale

80 g di burro di mandorla

2 albumi a temperatura ambiente

1 cucchiaino di lievito madre essiccato

1 pizzico di sale

 

PER LA MARINATURA:

Buccia di 1 limone bio,

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

essenza naturale di mandorla

1 cucchiaino di miele

PER SPENNELLARE:

1 albume e del latte vegetale

In una ciotola riunite gli ingredienti per la marinatura una notte prima ponendo la ciotola in frigo coperta da pellicola. Il giorno dopo in una planetaria ponete la farina miscelata con il lievito, aggiungete zucchero e latte. Azionate la planetaria a bassa velocità. Unite la marinatura. Date ancora qualche giro di planetaria. Aggiungete gli albumi.  Quando l’impasto risulta aben attaccato al gancio a foglia della planetaria, unite a tocchetti il burro, poco alla volta (non aggiungetene fino a quando non è assorbito il precedente). Questa fase si chiama incordatura ed è fondamentale per un’ottimale riuscita della brioche di soli albumi senza lattosio. L’impasto deve presentarsi liscio e ben elastico. Formate una palla ed adagiatela nella ciotola, ricopritela con pellicola e ponetela a lievitare in forno spento caldo per almeno 3 ore.(L’impasto deve triplicare). Stendete l’impasto su una spianatoia e ripiegatelo a portafogli in 4 parti prima da un lato poi dall’altro nel senso della lunghezza e poi a capo e piedi (Simona vi mostra come) 

Lasciate riposare 30 minuti. con i lembi piegati verso il basso. Dividete l’impasto in 3 parti uguali. Ogni pezzo lo dovete stendere a mò di filoncino, appiattendolo al centro. richiudete ogni serpentello pizzicando con le dita. Intrecciate i 3 filoncini a creare una treccia che farete lievitare 3/4 ore in una teglia da plum cake imburrata con burro di mandorle. Spennellate dunque con albume e temrinate con zucchero di canna integrale opppure con granella di zucchero come Simona.

Fate cuocere a 180° in forno preriscaldato per circa 20 minuti o comunque fino a doratura. Lasciate raffreddare e tagliate a fette accompagnandola perchè no, da marmellata per un’ottima prima colazione!!

 

 

panbrioche albumi.jpg collage

brioche soli albumi senza lattosio brioche soli albumi senza lattosio brioche soli albumi senza lattosio brioche soli albumi senza lattosio brioche soli albumi senza lattosio brioche soli albumi senza lattosio

7 commenti

  • Simona Mirto

    Amica mia, sapevo che avresti realizzato una brioche favolosa , ma questa è davvero perfetta! dalla realizzazione al risultato finale… per non parlare delle foto, piene di luce e colori… mi piacciono molto anche le tue modifiche, rivisitare una ricetta per renderla “senza” non è semplice, bisogna saperlo fare, ma ormai la tua bravura nella scelta degli ingredienti è risaputa. Questa mandorla che fa da padrona, dal burro all’essenza al latte, mi intriga moltissimo, deve aver dato alla ricetta un profumo e un gusto speciale… Bravissima amica. poi mi dirai dove prendere quel burro:* Grazie mille per la citazione un abbraccio grandissimo :**

  • Erika giochidizucchero

    La ricetta di Simona ormai è un must in casa mia… proverò anche questa senza lattosio! Bravissima!!! <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *