Senza categoria

Un piccante sformatino di baccalà..per un contest speciale!

Mi fa molto piacere partecipare a questo contest e sapete perchè? Perchè loro, Tommy e Ila, sono miei compagni d’avventura nella rubrica regionale (Cibo e Regioni, ma ormai lo sapete già, vero?:-)) e perchè sono miei amici su Facebook…perchè sono simpatici, sempre pronti allo scherzo (da buoni toscani;-)) e goderecci..semplici e veri, insomma ….come sapete partecipo raramente ai contest ma quando lo faccio è sempre perchè intercorre un legame speciale con i “realizzatori” dello stesso. Ecco allora uno sformatino di baccalà piccante…per il contest più hot della blogsfera!!:-)

Ricetta x circa 4 persone:
400 g baccalà già ammollato, 2 patate piccole, un
quarto di cipolla bianca, 1 cucchiaio capperi + 30g pinoli, 2 dl latte
fresco intero, un albume, 12 olive nere (tipo gaeta), 3-4 steli erba
cipollina tagliuzzati ,4-5 rametti prezzemolo tritato, 5-6 foglie
basilico, pepe bianco qb, 1 peperoncino, un barattolino di pomodorini del
vesuvio, 4-5 cucchiai olio evo, una noce di burro ( per ungere gli stampini),sale
qb.

In una padella media, scaldare l’olio, rosolare la cipolla tritata, unire
il baccalà tamponato con carta da cucina e far insaporire. Bagnare
con il latte e cuocere con il coperchio per circa 15 minuti. Sminuzzare con la
forchetta (dopo aver tolto la pelle ed eventualmente le spine), unire due
terzi dei pinoli tritati, cuocere x altri 2-3 minuti a fiamma dolce. Unire
le 2 patate schiacciate (lessate in precedenza), incorporarle al baccalà,
aggiungere un pizzico di sale, il pepe. (Se l’impasto risultasse
asciutto aggiungere un pò di latte, viceversa un pò di farina). Amalgamare bene, unire il prezzemolo e l’erba cipollina tritati, l’albume
montato a neve con un pizzico di sale, mescolare delicatamente. Imburrare degli stampini da budino (anche usa e getta) e versare il
composto riempiendoli fin sotto il bordo. Sistemarli in una pirofila da
forno a bordi alti, versare acqua fredda fino a 2/3 dell’altezza degli
stampini e cuocere a 180°.(Durante la cottura, l’acqua dovrà sobbollire) per
circa 30 minuti. In una padella scaldare l’olio, unire i capperi ben
dissalati (volendo anche uno spicchio d’aglio che poi andrà tolto), i
pomodorini, il peperoncino tritato, prezzemolo e basilico anch’essi
tritati, sale qb. Quando gli sformatini saranno tiepidi (già fuori dal
forno da circa 15 minuti), capovolgerli su ogni piatto, distribuire intorno la
salsa, guarnire con i restanti pinoli e, a piacere, decorare con qualche
stelo d’erba cipollina prima di servire…..
La mia presentazione prevede inoltre 8
fette pancarrè (o pane raffermo) tagliate con il coppapasta da 7 cm di diametro (ma va bene anche un bicchiere), fatte rosolare in un padellino con 2
cucchiai d’olio evo e un pizzico di zenzero (che aumenta il piccante di questa ricetta “HOT”!!!!!)

e naturalmente con questa ricetta partecipo al contest dei miei amici di Nonsolopiccante

PS. Insomma se anche mi dessero solo la “cittadinanza ad honorem” toscana per questa ricetta sarei già felice:D

49 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *