Senza categoria

Marmellata di gelsomore profumata al maraschino

Buonasera carissimi!!!Benritrovati!!In questo ultimo periodo latito un po’ ma come vedete, cerco di non “abbandonarvi” ma lasciarvi sempre ricette semplici e genuine da gustare..come questa marmellata!! Non so voi ma io sono pazza delle gelsomore..Ne ho colte alcune, al 100% biologiche!!
Il gelso è una pianta molto bella utilizzata in
genere a scopo ornamentale: il fusto può raggiungere i 20 metri, la
chioma è espansa, i rami sono di colore giallo-grigiastro per il Morus
alba e grigi o bruni per il Morus nigra.
I frutti del gelso sono more, ovvero bacche riunite in grappoli caratteristici. Le more di Morus alba sono tonde, piccole e il loro colore può variare dal bianco al nero. Quelle di Morus nigra hanno una forma oblunga, sono più grosse e di colore nero o rosso scuro.
Quelle
rosso scuro o nere devono il loro colore al contenuto di sostanze
fenoliche della categoria degli antociani, che vengono estratte e
impiegate come colorante naturale dall’industria alimentare (per la fonte cliccate qui).
Per questa deliziosa marmellata ho scelto le gelsomore nere (anche se mi piace molto anche la piu delicata varietà bianca), il tutto profumato con del maraschino che sposa benissimo con il sapore di questi frutti deliziosi….ormai quasi in via d’estinzione.
A voi la ricetta, un abbraccio!!

Vedte la tazzina e piattino nella foto?ha “solo” più di 50 anni:-D Era il servizio delle bambole di mia madre:-)

INGREDIENTI per circa 3 vasetti piccoli
500 g di gelso more
350 g di zucchero (io di canna)
1 bicchierino di liquore maraschino

Passare velocemente i frutti sotto l’acqua corrente, asciugarli con carta assorbente, privarli del picciolo (fa un po’ di resistenza quindi ponetevi al di sotto la pentola per evitare di perdere il succo).  Porli in una pentola lata e far cuocere a fuoco dolce per una decina di minuti. Lontano dal fuoco, schiacciateli con un cucchiaio di legno (o con il mixer se preferite una purea), rimettere la pentola sul fuoco, unire lo zucchero e cuocere rimestando continuamente. Proseguire la cottura a calore dolce fino a che la marmellata avrà raggiunto la giusta consitenza (prova piattino). Poi spegnere, versare il maraschino ed invasare in barattolini sterilizzati, lasciandoli capovolti in un canovaccio pulito fino all’indomani. Riporre al fresco.

66 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *