Senza categoria

Frittelle di acacia…W la primavera!

Buongiorno amici miei…come avrete notato ho davvero poco tempo da dedicare al blog. Non me ne vogliate!!!Ho questa ricetta nella mia macchina fotografica da un pezzo!!! (l’avevo preparata per i miei amici amanti del fritto). Mi spiaceva non pubblicarla anche perchè la pastella (che a me è piaciuta molto ed è un po’ diversa dalle solite) può esser uno spunto anche per chi vuole comentarsi nella preparazione di  altri tipi di frittelle di fiori/frutti. Buon giovedì amici miei e grazie mille per il vostro affetto!

RICETTA:
7-8 fiori d’acacia
250g farina
1 bustina lievito vanigliato per dolci
2 cucchiai zucchero di canna
 mezza fialetta fior d’arancio o (millefiori)
un pizzico sale
2uova
200 g latte
 2 cucchiai di olio di semi.

Staccare delicatamente i fiori dai rametti (prendere esclusivamente i fiori!!), passarli sotto l’acqua velocemente, farli asciugare all’aria. Miscelare farina, lievito e zucchero. In un’altra ciotola montare leggermente i 2 tuorli, aggiungere il latte, l’olio e i fiori, unire il composto di farina a pioggia girando bene e alla fine unire i 2 albumi montati a neve con il pizzico di sale. Mescolare delicatamente dal basso verso l’alto. Riscaldare sul fuoco una padella antiaderente, appena calda,versare il composto a cucchiaiate e abbassare la fiamma poichè tendono a scurire in fretta. Cuocere bene ambo i lati, servirle cosparse con abbondante zucchero a velo……….
Questi profumatissimi fiori, sono nel pieno della fioritura nella prim metà di Maggio, è da essi che si ricava il prezioso e ottimo miele d’acacia. Il suo nome scentifico Robinia, introdotta in Europa nel XVII secolo dal Nord America. Otre alle frittelle, con i fiori di Robinia (non ancora sbocciati) si possono preparare profumatissime grappe.

35 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *