Senza categoria

Cucina regionale trentina: Omelette dell’imperatore bigusto

 Benritrovati con il nostro appuntamento regionale!! Ormai è proprio irrinunciabile!!!!Volevo dare il benvenuto a Donaflor dalla Puglia che questa settimana sarà dei nostri!!!!!E ringraziare Renata di Rosa ed Io per la sua disponibilità quando, ieri, non riuscivo a caricare le foto del blog. E’ stata meravigliosa come sempre!!!!Grazie Renée!!!!!
 E adesso andiamo a spulciare nelle splendide ricette tutte rigorosamente a base di uova (l’elemento prescelto dalle carissime Babi e Renata)!!!

Calabria: Uova ca n’duja di Rosa ed Io

CAMPANIA:   Uova alla parmigiana di Le ricette di Tina
SICILIA: Pisci d’ova di Cucina che ti passa
TOSCANA:  Latte alla portoghese di Non solo piccante
LOMBARDIA: Uova in cereghin con asparagi di L’angolo cottura di Babi
VENETO: Frittata con i bruscandoli  di Semplicemente buono
FRIULI VENEZIA GIULIA: Lo Schnitte  Nuvole di farina
PIEMONTE:  Fritò ncu j-èrbe  di La Casa di Artù La casa di Artù
EMILIA ROMAGNA: Frittata di spinarò di  Zibaldone culinario
PUGLIA: Cocottina  di nidi di cime cicorie con uova di  Breakfast da Donaflor

La mia scelta invece è caduta su un piatto dolce a base di uova, una nuvola di omelette retaggio della dominazione austriaca, (in tedesco infatti questo piatto si chiama “Kaiserschmarren”) un dolce molto conosciuto in Trentino ma molto più apprezzato in Alto Adige…d’altronde il bello di questa regione è che ci sono molte possibilità di spaziare tra due mondi spesso distanti ma pur sempre uniti in un’unica realtà regionale.

OMELETTE DELL’IMPERATORE BIGUSTO (classica alle uvette e mandorle e alla mousse di ciliegie al kirsch)
INGREDIENTI PER 4 PERSONE
100 g di uvetta
6 cucchai di rum
8 uova
8 cucchiai di zucchero
2 bustine di zucchero vanigliato
1 presa di sale
200 g di farina
400 ml di latte
125 g di burro freddo
100 g di scaglie di mandorle
Zucchero a velo 
Lavate l’uvetta in acqua fredda e fatela sgocciolare. Fatela ammorbidire nel rum. Intanto montate a neve ferma gli albumi, versandovi lentamente 2 cucchiai di zucchero. A parte montate i rossi con il restante zucchero, lo zucchero vanigliato ed il sale. Amalgamate poi con la farina, il latte e per ultimo con l’uvetta. Incorporate per ultimi gli albumi montati a neve girando dal basso verso l’alto
Consistenza finale
Fate sciogliere un quarto del burro  in due ampie padelle. Versate l’impasto  nelle padelle a fuoco medio e fate dorare. Poi spezzettate aiutandovi con una forchetta, rigiratela e metteci sopra i fiocchetti di burro rimasto. 
PER LA VERSIONE CLASSICA:  Cospargete con le scaglie di mandorle e continuate la cottura fino a quando i pezzetti saranno dorati. Cospargete con zucchero a velo e servite subito.
Sullo sfondo il mio meraviglioso melo bonsai!Non è stupendo?:-)
PER LA VERSIONE ALLA MOUSSE DI CILIEGIE:
Un cucchiai di amido di mais
200 g di ciliegie  in scatola (sauerkirschen) o se è stagione, quelle fresce denocciolate 
50 ml di sciroppo di ciliegie 
1 cucchiao di kirsch
Mescolate l’amido con un po’ di sciroppo fino ad ottenere un impasto umido portate ad ebollizione unendo il restante sciroppo.  Togliete dal fuoco, aggiungete le ciliegie, il kirsch  e fate raffreddare. 

56 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *