Senza categoria

Zuppa di finocchi al pepe bianco

Buon Lunedì a tutti/e!!!! come ormai avrete intuito l’inizio settimana è per me all’insegna della “sobrietà” culinaria per così dire…è il giorno in cui bisogna “depurarsi” da qualche dolcino, pizzetta, stravizio in più che ci si è concessi nel weekend. Eccoci dunque alla sezione “a dieta”. E’ sempre difficile a mio avviso fornire delle idee facili e gustose da proporre a chi vuole iniziare una remise en forme, ecco dunque una zuppa deliziosa che mi ha letteralmente conquistata!!!!Vorrei spendere due parole a favore del pepe: per anni è stato demonizzato ed accusato di creare disturbi.In realtà già nell’antichità veniva utilizzato come rimedio medico, pensate che nella medicina ayurveda in India già nel V secolo si impiegava contro la costipazione, mal d’orecchie, disturbi del sonno, ascessi orali e molto altro ancora. Come sempre, l’importante è non abusare delle cose e soprattutto ascoltare sempre il proprio corpo.  A volte anche un innocuo ingrediente per chi è predisposto può causare malesseri.

Vi assicuro che questa zuppa è rapidissima, gustosa e light. I finoccchi sono depurativi e diuretici, aiutano a combattere il gas intestinale insomma….quale migliore occasione per non mangiarli come al solito crudi in insalata??!!

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

2 Finocchi grandi o 4 piccoli
2 scalogni
2 cucchiai di olio evo
1 noce di burro
1 litro di brodo vegetale
pepe bianco q.b.

Cominciamo semplicemente pulendo i finocchi e tagliandoli a pezzi. In un pentolino capiente fate imbiondire gli scalogni insieme all’olio ed al burro. Una volta imbionditi, unite i finocchi a pezzi e farli insaporire. A parte preparate un litro di brodo vegetale e versarlo nel pentolino insieme ai finocchi. Lasciate cuocere per circa 15/20 minti o comunque fino a quando i finocchi non risulteranno teneri. Frullate la zuppa con un mixer ad immersione, aggiustate di sale ed unite infine il pepe bianco e, se volete, decorate ciascun piatto con un ciuffetto di erbetta di finocchio.

43 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *