Senza categoria

Feiner Gugelhupf..per la Befana!

Il vero, autentico: Gugelhupf! ovvero Gugelhupf parte seconda….Ho postato poco tempo fa la ricetta di un simil-gugelhupf specificando che era una delle tante ricette o, potremmo definirla, un’alternativa a chi vuole qualcosa di rapido..però devo ammettere che l’ho trovata molto asciutta. La consistenza era decisamente poco morbida per i miei gusti. Così, ho ripescato “la bibbia della cucina tedesca”(:-D) e ho voluto provare quello che loro definisco Feiner Gugelhupf quindi un qualcosa di molto fine..e.sì! mi ha soddisfatta in pieno!!!finalmente è proprio come l’avevo mangiato a Vienna. A tutti gli amanti di questo meraviglioso dolce (che somiglia in questa versione al nostro Panettone) , suggerisco di provarla…

INGREDIENTI PER UNO STAMPO DA 22 CM

200 g di panna liquida
100 g di burro
400 g di farina manitoba
1 bustina di lievito di birra liofilizzato
125 g di zucchero
1 fialetta aroma vaniglia
6 gocce di aroma limone
1 pizzico di sale
3 uova medie
150 g di uvetta
50 g di scorza di arancia candita e 50 g di scorza di mandarino candito finemente tritate (io ho usato quelle preparate da me)
100 g di mandorle finemente tritate
Zucchero a velo vaingliato per solverizzare

Riscaldate in un pentolino la panna a fiamma dolce e fatevi sciogliere lentamente il burro. Lasciate intiepidire. Nel cestello dell’impastatrice ponete la farina, il lievito, il sale e mescolate. Unite mano a mano tutti gli altri ingredienti a eccezione della frutta secca (uvetta, scorzette e mandorle). Cominciate a mescolare a livello minimo con il gancio da impasti e unite l’intruglio ormai intiepidito di panna e burro. Aumentate la velocità al massimo e impastate per almeno 5 minuti fino ad ottenere un composto liscio e uniforme. Aggiungete quindi la frutta secca (uvetta, mandorle e scorzette di arancia e mandarino) e coprite la ciotola. Ponete in forno spento (coperta) a lievitare fino a quando non avrà almeno raddoppiato il suo volume. Trascorso questo tempo, riprendete la ciotola e impastate nuovamente con l’ impastatrice (sempre utilizzando il gancio). Imburrate uno stampo per gugelhupf e versatevi all’interno l’impasto. Coprite nuovamente e lasciate lievitare in luogo caldo fino a quando non avrà raggiunto il bordo dello stampo. Una volta trascorso questo tempo preriscaldate il forno a 180° per quello statico e a 160° per il ventilato. Ponete il vostro dolce e lasciate cuocere per 50 minuti circa. Se doveste notare che sta colorendo troppo, abbassate la temperatura a 170° (o 150° per il ventilato) senza mai aprire il forno.  Una volta terminata la cottura, lasciate intiepidire almeno 15 minuti prima di sformarlo. Spolverizzate con zucchero a velo vanigliato. P.S. Io ho preferito la funzione forno statico perchè a mio parere il ventilato “asciuga” l’impasto.

NOTA: Esistono molte varianti, potete scegliere di farcire come ho fatto io oppure solo con uvetta se non amate i canditi. O ancora una variante molto interessante a mio avviso: con ciliegine rosse candite (che danno molto colore), pistacchi tritati e albicocche secche. Insomma…ci si può sbizzarrire!

17 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *