Senza categoria

Caserecce con crema di radicchio e salmone affumicato profumato all’aneto

Buongiorno a tutti e buon sabato!! Spero possa essere davvero un’ottima giornata di relax per voi. Qui un sole bellissimo ed un cielo terso hanno accompagnato il mio risveglio. Vi propongo il primo piatto che ho realizzato per la cena di qualche giorno fa.  Avevo ancora in frigo del salmone affumicato  mai aperto “reduce” dalla spesa fatta per la Befana (come sapete ha una lughissima scadenza, in Marzo addirittura)., così invece che proporlo come antipasto, ho creato un primo piatto che è piaciuto molto ai miei ospiti. Inizialmente hanno “storto il naso” pensando ad un abbinamento poco gradevole, poi il gusto li ha totalmente conquistati!! e, devo dire, anche me.  Mi scuso con la qualità pessima della foto ma purtroppo era sera e come sapete è quasi impossibile creare dei buoni scatti. Volevo comunque farvi conoscere questo piatto…

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

400 g di pasta formato caserecce
1 radicchio rosso di Treviso
1 confezione di salmone affumicato (circa 100, 150 g sono sufficienti)
1 scalogno
burro 2 cucchiai
olio evo 2 cucchiai
pepe, sale q.b.
1 dado vegetale
1 punta di coltello di polvere di zenzero
1 pizzico di aneto
200 g di besciamella (io l’ho preparata da me)
Grana grattugiato

Cominciate facendo scaldare l’olio ed il burro in padella insieme allo scalogno, unite il radiccio pulito e tagliato a julienne e girate con cura. Unite un bicchiere abbondante di acqua calda ed il dado e lasciate cuocere il radicchio fino a quando non è appassito. Spegnete, frullate il tutto con un mixer ad immersione, unite il pepe, lo zenzero, la besciamella, l’aneto ed il grana grattugiato, girate per bene ed unite il salmone affumicato tagliato a listerelle tenendo da parte un po’ per guarnire i piatti. Fate cuocere le caserece in acqua bollente salata, scolatele e ponetele nella padella con la vostra crema di radicchio e salmone. Mescolate per bene, impiattate infine ponendo sopra ancora delle listarelle di salmone affumicato, una manciata di grana, una spolverata di pepe e di aneto.

26 commenti

Rispondi a renata Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *